Turismo. Marketing intelligente, marketing stupido e #jenamarketing

A Milano il 27 giugno 2012 un importante appuntamento che punta all’occupazione nel turismo di domani che deve prevedere già da oggi le competenze necessarie in merito a: online, web e rete (!) come recita la newsletter ricevuta nelle scorse settimane. Emilio De Risi ha compiuto un bello sforzo e sia il panel, con i relatori d’eccezione, sia la consistenza degli sponsor dovrebbero garantire presso l’Enterprise, in Corso Sempione, il classico parterre de Rois all’evento Job in Tourism che vanta #witmi12 per hashtag

Il panel moderato al mattino proprio da Emilio De Risi vede on stage: Isabella Convertini di Kayak, Francesca Benati di Lastminute.com, Fabio Cannavale di Volagratis, Nazzareno Gorni di MailUp, Emanuele Mugnani di Micros Fidelio Italia, Maurizio Alberti di eCircle Italia, Andrea Gualtieri di Groupalia e last but not least Mauro Lupi di Ammiro Partners. Qui il primo balzo davanti al mio smartphone quando ho ricevuto la mail. Andrea Gualtieri? Ma proprio lui quello di Groupalia con la fantastica offerta di viaggio?

Groupalia quella del messaggio più stupido, postato nel momento più sbagliato, sul posto più giusto? Sì. Qui il sotto post e il primo commento di un utente lo scorso fine maggio.

Il tutto, visto l’eco mediatico – tant’è che l’hashtag #groupalia ad un certo punto superò addirittura #terremoto – è stato anche ripreso da Roberta Milano recentemente a Trieste all’evento SOTN12.

Chiamare l’AD di Groupalia a parlare in merito a distribution mix, di come gestire storytelling o l’e-commerce e soprattutto di engagement per la vendita diretta potrebbe fare il paio con un invito al migliore seguace di Jack the ripper per parlare di coltelli in una fiera dedicata all’acciaio!!

In Giappone uno nelle stesse tristi condizioni non avrebbe nemmeno svolto il temino di scuse scritto dall’AD Groupalia che descrisse il tutto come fatto superficiale e dettato dall’inesperienza. Avrebbe messo fine all’esperienza terrena con un semplice “scusate”. Non solo ma ad un’azione stupida ne è seguita una ancora più stupida ovvero quella di un’euro per deal ad avvalorare l’ipotesi che qualcuno in “plancia di comando” festeggiava mentre la nave Groupalia alla deriva finiva in “rete” con tutto il suo carico di stupidità. 

In America uno nella stessa posizione dell’AD Groupalia avrebbe perso il posto immediatamente e alla gogna, con scatola di cartone in mano, sarebbe finito/a l’impiegato/a colpevole di un post tanto stupido. Ma siamo in Italia ed ecco nel caleidoscopio già complesso della promozione fare capolino Jena Marketing #jenamarketing.

A onor del vero anche Fabio Cannavale – uno dei pochi esperti e validi rappresentanti italiani nel turismo online di successo con VolaGratis – presente al panel assieme a Gualtieri, nel 2009 sfiorò un’azione “simil Jena” ma il tutto fu pensato in maniera intelligente e soprattutto con un investimento pubblicitario mirato su Google interessante sia per i tempi sia per i modi. L’utente che all’epoca sul motore di ricerca andava digitando “todomondo” – tour operator estinto che ingannò molti turisti – otteneva come risposta un’unico link sponsorizzato che era quello di Viaggiare. Chapeau.

Cosa potrà mai commentare o dire di così interessante l’AD di Groupalia sul tema del panel proposto se non annuciare le sue dimissioni e/o farci sapere che è stata licenziata la persona che ha agito in maniera così stupida? Posso permettermi l’ipotesi che magari saranno stati anche contenti in Groupalia di aver avuto pubblicità con un ROI immenso rispetto all’investimento di un singolo post per di più su di una piattaforma gratuita? “A pensà male del prossimo se fa peccato ma ce s’indovina”. O no?

Non è poi che il competitor di Groupalia nel turismo couponing se la passi meglio. Basta leggere il post di Casa Diana con un offerta che pare essere ancora online su Groupon  per rendersene conto. Discorso a parte, anche se con un marketing da secolo scorso (email + vinci qualcosa), per LetsBonus che a dispetto di Groupon e Groupalia è in possesso di regolare licenza di agenzia di viaggi e tour operator il che oggi con la crisi socioeconomica in atto non è per niente poco e poi vanta sconti dal 20 al 50% e mai del 70/90%. 

Insomma nel panel proposto da Emilio De Risi se fossi nei panni dell’AD di Groupalia troverei una giustificazione per non essere presente sia per la vergognosa figura durante il terremoto sia per quanto l’azienda rappresenta, alla pari del competitor, nel turismo che svenduto fino al 70% non dovrebbe interessare nemmeno a chi cerca lavoro nel settore.

Quanto nostalgia del primo marketing “Turismo & IT” del 2002 proposto, ahimè, da un’altra azienda fra le prime estinte in mezzo alle tante scomparse nell’ultimo periodo. Festival Crociere il più grande crack finanziario ligure con 272 milioni di euro di stato passivo. Quello era marketing intelligente.

P.s.: Mi piace qui segnalare tre mail ricevute da Amazon, Tripping e LetsBonus con un pensiero ad una splendida regione in questo momento così difficile per tante famiglie. 

About Alex Kornfeind

Over 15 years of online strategy, web communication specialist and expert in eBusiness management. Speaker at numerous conferences in Italy and abroad has pioneered the evolutionary IT industry working closely with suppliers in the implementation processes of new IT business models in Italy. Editor and freelance journalist since 1985, IT consultant for companies and organizations. 1998 Former Pacific Asia Travel Association Italy Chapter President and Europe Steering Committee's Member. 1999,2000/01, invited as Visionary Leader at the EyeForTravel Conferences (US&EU) as panelist speaker. 2003, Awarded with the "Piazza Mercanti" by the President of Confcommercio Mr. Carlo Sangalli. 2005, SMAU Advisory Board's member. 2010, Winner of the "Multichannel Communication Strategies" contest organized by the Politecnico Milan with the client Dutch Tourist Office Italy. Lecturer at MIB School of Management of Trieste for the International Master in Tourism & Leisure. IFITT’s Italy Chapter member. Master eBusiness Management by the Politecnico Milan.

One Response to “Turismo. Marketing intelligente, marketing stupido e #jenamarketing”

  1. Ciao Alex,
    ottimo resoconto e belle considerazioni. Il perno centrale del tuo post lo trovo riassunto qui:
    “In America uno nella stessa posizione dell’AD Groupalia avrebbe perso il posto immediatamente e alla gogna, con scatola di cartone in mano, sarebbe finito/a l’impiegato/a colpevole di un post tanto stupido. Ma siamo in Italia…”

    Ecco appunto, siamo in Italia e proprio come ci si prende il lusso di invitare simili “star” a rappresentare e spiegare argomenti su cui si è completamente “cannato”, per dirla volgarmente, allo stesso tempo la cosa finirà nel modo più classico che tutti ormai hanno imparato a conoscere: alle domande di accuse che saranno rivolte ci saranno le solite risposte di circostanza, sproloqui per raggirare le domande, battutine per addolcire la pillola e tutto finirà nel dimenticatoio. Si uscirà dall’evento non ricordando la cavolata commessa sul web da Groupalia bensì ricordando quanto è stato bravo questo “manager” a cavarsela ai toni di accuse e domande pericolose scagliategli contro. Scenari che ho imparato ad assistere ed udire con TripAdvisor. Anzi a Gualtieri suggerirei proprio di vedere come se la cavano quelli di TA quando vengono tartassati di accuse e domande pericolose. L’arte del raggiro altro che arte del distribution mix.

    PS: onestamente a me non me ne frega “se e come e quando” è stato licenziato un ragazzo dal posto di lavoro di Groupalia, è più vergognoso che un’AD di un brand tale si permetta di mettere qualcuno privo di esperienza dietro ad un monitor a scrivere simili cazzate.

    E qui chiudo.

    Ciao Alex🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: